Filtra per regione   

NOTIZIARIO REGIONALE ON LINE DELLA FEDERAZIONE CICLISTICA ITALIANA:
PAGINA: 68
10/01/2012 - Lazio
CICLOCROSS: Lo junior Luca De Nicola sfortunato protagonista a Vadena fermato da una caduta a un passo dal podio tricolore
10/01/2012 - Lazio
FORMAZIONE E PREMIAZIONE: Aggiornamento per D.S. e Maestri Mtb e riconoscimenti ai benemeriti del settore paralimpico
10/01/2012 - Lazio
GIUDICI DI GARA: Domenica 15 gennaio a Lariano il tradizionale incontro annuale di aggiornamento
09/01/2012 - Sicilia
FUORISTRADA: Al via la stagione 2012 del Mountain Bike in Sicilia
09/01/2012 - Lombardia
PISTA: Sabato 14 gennaio i Master Fci ed Enti al Velodromo Fassa Bortolo di Montichiari
09/01/2012 - Toscana
RADUNO TECNICO: Il 5 febbraio al Centro Tecnico di Coverciano l’annuale incontro dei Giudici di Gara della Toscana
09/01/2012 - Lazio
INCIDENTE: Gli auguri di tutti gli sportivi a Giovanni Tumino, travolto da una SUV durante l’allenamento ad Acquarossa di Vitorchiano
09/01/2012 - Abruzzo
CICLOCROSS: Abruzzo in luce a Bolzano con l’argento dello junior Francesco Pedante e il bronzo del master 1 Adriano Nepa
Vai a pagina :
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68 

Share |


10/01/2012 18.29.40 - Lazio
CICLOCROSS: Lo junior Luca De Nicola sfortunato protagonista a Vadena fermato da una caduta a un passo dal podio tricolore

I Tricolori di Ciclocross sono in archivio e la stagione degli specialisti del fango prosegue frenetica verso i prossimi appuntamenti nazionali ed il Campionato Mondiale di Koksjde in Belgio. Tutte le gare sono state ampiamente commentate in TV, in Internet e sulla carta stampata con una diffusione non ancora al top ma, abbastanza soddisfacente, che ha gratificato sia gli organizzatori che gli atleti. Ma - e non è assolutamente una critica - i pezzi, ampi e validissimi, lo ripeto, sono spesso centrati sulla figura del vincitore o sul duello per i posti sul podio. Ed è giusto che sia così perché lo sport è agonismo e l’agonismo va sottolineato ed applaudito.
Io ero presente a tutte le gare e, tra i tanti episodi di rilievo diciamo così secondari o dietro le quinte, voglio evidenziarne uno che mi è sembrato il più eclatante. Sono lombardo, ma il cuore sportivo batte per gli atleti di tutte le regioni. Mi riferisco alla gara della categoria juniores, dove ha stravinto il “Folletto della Valtellina” Gioele Bertolini, un corridore che si applica con passione e sacrificio a questa specialità già da parecchi anni e che ha già vestito la maglia tricolore nelle precedenti stagioni. Va forte, ha classe e, al pari di qualche altro atleta, rappresenta il futuro della specialità.
Ad un giro dalla fine di questa gara sotto la linea del traguardo era passato Bertolini nettamente in testa, ma anche piuttosto attento per non rischiare di cadere. Ad una quarantina di secondi era transitato il dorsale 47 Luca De Nicola, nato il 22 agosto 1994, tesserato per il “Drake Team Newsport di Cisterna di Latina, che stava disputando una gara decisamente positiva e da incorniciare, col podio ormai a portata di mano. Dietro di lui il lombardo Riccardo Redaelli (Team Protek) duellava gagliardamente per il posto d’onore che entrambi, fino a quel momento, avevano dimostrato di meritare.
Poi l’imponderabile. Redaelli fora, deve camminare con la bici in spalla per oltre un chilometro per raggiungere i box dell’assistenza e, in quel chilometro a piedi ha dovuto dire addio al podio. Ma la sfortuna che ha colpito Redaelli si è abbattuta anche contro il laziale Luca De Nicola. Nella foga, forse per l’emozione di un risultato ormai a portata di mano, pedalando a testa bassa Luca non si avvedeva di un ostacolo artificiale. Lo investiva in pieno cadendo pesantemente e ferendosi al volto e al ginocchio sinistro (poi suturato all’Ospedale di Bolzano). La caduta ha lasciato leggermente intontito il ragazzo, che ha comunque ripreso la corsa dopo qualche minuto di stop per tagliare il traguardo con le lacrime agli occhi sia per il dolore della pesante caduta sia per il dispiacere del mancato podio.
Nessuno ha parlato di questo fatto che, in un certo senso, ha condizionato il podio finale, con tutto il rispetto per Pedante e Colledani, che sul podio ci sono andati con onore e merito.
Luca De Nicola era atteso al traguardo da mamma Angela e da papà Felice, DS della squadra e Maestro di Mtb (nella foto a destra mentre consola Luca), che lo hanno accolto con l’affetto e la simpatia dovuti oltre che a un figlio, nella fattispecie a un valoroso atleta che quest’anno aveva già conquistato un posto d’onore al Gran Premio d’Italia di Mtb ad Anagni, in provincia di Frosinone.
De Nicola è bravo anche a scuola come studente dell’Istituto per il Turismo di Albano Laziale.
A Bolzano si è classificato al 24° posto a 5’58” da Bertolini.
Coraggio Luca, sei stato un grande protagonista e noi che ti abbiamo visto e seguito per tutta la gara, sappiamo che quello non è il posto giusto. Meritavi il podio, solo la sfortuna ti ha battuto.

Vito Bernardi


Vai a pagina :
1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68