Nadir Colledani

"Il ciclismo è uno stile di vita, non un gioco". E con l'umiltà necessaria ad affrontare una vita da professionista, Nadir vince e convince

Colledani Argento

"Il ciclismo è uno stile di vita, non un gioco". Nadir Colledani la sua passione la prende sul serio: "Andare in bici a me non pesa, sicuramente determina qualche rinuncia, ma per me non è una fatica. A volte penso a quanti ragazzi della mia età lavorano e studiano, oppure sono disoccupati e vivono in famiglie che fanno fatica ad arrivare alla fine del mese. Loro sì che sono degli eroi e sanno cosa vuol dire il sacrificio. Noi ciclisti ci alleniamo, ci teniamo in forma, giriamo il mondo e testiamo sempre cose nuove. Cosa possiamo pretendere di più? Questo è uno sport che arricchisce l'anima".

E intanto, gara dopo gara, Nadir arricchisce il suo palmarés: agli Europei MTB di Darfo Boario, assieme a Gioele Bertolini, ha dominato la scena nella gara Under 23. Una sfida che ha visto i due biker lottare fino all'ultimo, come già successo altre volte, e con soli 6 secondi di distacco uno dall'altro. Sul podio Colledani si è preso il secondo posto: un sogno realizzato per entrambi, una doppietta entusiasmante che fa ben sperare sul futuro della MTB italiana. Ma non solo: la sua seconda medaglia continentale è arrivata di gruppo, grazie al bronzo conquistato con il Team Relay. Risultati raggiunti soprattutto grazie all'umiltà necessaria ad affrontare una vita da pro.

I due azzurri si prendono oro e argento nella prova XCO Under 23 di Darfo Boario

MEDAGLIA D'ARGENTO

Campionato Europeo MTB (Darfo Boario) - Prova XCO U23

MEDAGLIA DI BRONZO

Campionato Europeo MTB (Darfo Boario) - Staffetta