Antonio Puppio

Prima di lui, l'ultimo azzurro a salire su un podio mondiale nella crono juniores fu un certo Vincenzo Nibali, nel 2002...

Puppio

2002, Vincenzo Nibali conquista il bronzo nella cronometro mondiale juniores. 2017, Antonio Puppio conquista l'argento nella cronometro mondiale juniores. Nessun paragone, un semplice dato di fatto. Dopo "Lo Squalo", nessun azzurro era più riuscito a salire su un podio mondiale nella crono jrs. Anche Antonio Puppio fa parte della splendida "leva ciclistica del 1999", come Michele Gazzoli e Letizia Paternoster: una classe, quella del ciclismo juniores, che brilla davvero e sta diventando un fattore rilevante di questo sport. Una nouvelle vague del ciclismo, che davanti a sé ha un futuro più che roseo.

Ma questi successi, se pur inaspettati, non arrivano certo dal nulla. Antonio nel corso della stagione è cresciuto tantissimo. Dall’incredulità per un titolo italiano a cronometro (ottenuto a Caluso nel giugno scorso), il crescendo è stato notevole e, a suo modo, esaltante: prima il decimo posto europeo di Herning, che ha cominciato a dare una dimensione internazionale alle sue qualità; quindi il settimo posto nella cronometro conclusiva del Grand Prix Rübliland nei primi di settembre, primo sentore di una possibile bella prestazione a Bergen. Arrivata, puntutale: allora perché non continuare a sognare?

MEDAGLIA D'ARGENTO

Campionato del Mondo strada (Bergen) - Cronometro jrs