2 Gennaio Gen 2018 1041 17 days ago

DVV TROFEE: Vincono Van der Poel, Compton e Iserbyt

La penultima prova di Baal sancisce le classifiche finali élite uomini e donne e under 23 – Test importante per lo junior Fontana, la Bulleri e altri italiani in vista dei tricolori di Roma

Baal Vdpcompton

Baal (BEL) (1/1) – I campioni europei di ciclocross Mathieu Van der Poel (olandese, categoria Elite uomini), Eli Iserbyt (belga, categoria Under 23 uomini), Loris Rouiller (svizzero, categoria Juniores) e la campionessa statunitense Katherine Compton (Elite donne) si sono aggiudicati la settima e penultima prova del “DVV Trofee” , con classifica a tempi, che si è disputata a Baal, la località belga resa famosa dal suo concittadino Sven Nys e , non a caso, la corsa (che si disputa da oltre due decenni) è denominata “Gran Premio Sven Nys”.

Van der Poel, Compton ed Iserbyt sono da considerarsi fin d’ora, a norma di regolamento, i vincitori della classifica finale nelle rispettive categorie, a prescindere dall’esito dell’ultima prova in programma a Lille il prossimo 10 febbraio, essendo il loro vantaggio superiore ai cinque minuti sul secondo classificato, ovvero Toon Aerts (7’34”), Nikki Brammeier (5’53”) e Yannick Peeters (8’29”).

Van der Poel aveva vinto questa gara da Juniores ma, per motivi diversi, non aveva mai partecipato da Elite quindi è apparso alla fine particolarmente soddisfatto per aver centrato il bersaglio in questa sua prima occasione nella categoria superiore.

Per mezz’ora il fuoriclasse olandese si è alternato al comando con l’iridato Wout Van Aert, suo naturale antagonista, poi ha cambiato passo ed ha iniziato l’abituale show senza più voltarsi indietro, proprio come un olandese volante.

L’incertezza della gara, a quel punto, faceva riferimento (come spesso accade alle spalle di Van der Poel e Van Aert) alla lotta per la terza posizione e questa volta Corné Van Kessel, olandese della Telenet Fidea Lions, anticipava di qualche metro il belga Toon Aerts, suo compagno di squadra, e Laurens Sweeck, a completamento della top five.

Nella prova riservata alla categoria Elite donne l’americana Compton, stabilitasi da qualche tempo in Europa, faceva valere la sua esperienza per conquistare un successo decisivo anche ai fini della classifica finale del trofeo, distanziando le olandesi Annemarie Worst e Maud Kaptheijns rispettivamente di 48” e 57”, l’iridata Sanne Cant di 1’02” e la britannica Nikki Brammeier di 1’04”. In questo modo il distacco della Brammeier saliva da 4’49” alla decisiva soglia di oltre cinque minuti.

Test importante, in questo competitivo contesto, anche in vista dei campionati italiani in programma sabato 6 gennaio a Roma (Ippodromo Le Capannelle) per Alessia Bulleri e per le giovani Asia Zontone, Giorgia Fraiegari e Gaia Realini.

Tra gli Under 23 ennesimo successo del campione continentale (ex iridato) Eli Iserbyt che coglieva la sua sesta vittoria nel “DVV Trofee” su sette prove disputate. Il ceco Adam Toupalik ed il britannico Thomas Pidcock sono risultati suoi degni antagonisti ai lati del podio.

Bel) 23”; 10. Filippo Fontana (Ita) 1’03”

Filippo Fontana Baal2gen

Anche nella gara Juniores, che ha aperto l’intenso programma, il vincitore coincide con il campione continentale di categoria, ovvero l’elvetico Loris Rouiller. Tra coloro che hanno provato a contenere l’esuberante vitalità del rossocrociato va annoverato il tricolore Filippo Fontana (nella foto), assistito anche in questa occasione dall’ex iridato Daniele Pontoni.

Alla fine il ragazzo friulano terminerà in decima posizione destando comunque ammirazione per la generosa prestazione offerta in condizioni ambientali proibitive per la pioggia caduta prima e durante le gare ed il freddo intenso.

Nella prova riservata agli allievi ha provato a vincere la gara intestata al padre (Sven Nys) il campione nazionale della categoria, Thibau Nys, ma ha dovuto accontentarsi del secondo posto preceduto dal suo giovane collega Dante Coremans.

Alfredo Vittorini

Elite uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola, Beobank-Circus) 58’59”; 2. Wout Van Aert (Bel, Crelan-Charles) 58”; 3. Corné Van Kessel (Ola, Telenet Fidea Lions) 1’36”; 4. Toon Aerts (Bel, Telenet Fidea Lions) 1’37”; 5. Laurens Sweeck (Bel, Era-Circus) 1’52”; 6. Kevin Pauwels (Bel, Marlux) 1’59”; 7. Tom Meeusen (Bel, Corendon-Circus) 2’04”; 8. Jens Adams (Bel, Pauwel Sauzen) 2’22”; 9. Gianni Vermeersch (Bel, Steylaerts-Betfirst) 2’31”; 10. Wietse Bosmans (Bel, Era-Circus) 2’51”

Elite donne

1. Katherine Compton (Usa) 43’43”; 2. Annemarie Worst (Ola, Era-Circus) 48”; 3. Maud Kaptheijns (Ola, Beobank-Circus) 57”; 4. Sanne Cant (Bel, Beobank-Circus) 1’02”; 5. Nikki Brammeier (GB) 1’04”; 6. Laura Verdonschot (Bel, Marlux) 1’10”; 7. Ceylin Del Carmen Alvarado (Ola, Corendon-Circus) 1’18”; 8. Kim Van den Steene (Bel, Tarteletto) 1’52”; 9. Ellen Van Loy (Bel, Telenet Fidea Lions) 1’53”; 10. Loes Sels (Bel, Crelan-Charles) 1’54”; 22. Alessia Bulleri (Ita); 28. Asia Zontone (Ita); 30. Giorgia Fraiegari (Ita); 36; Gaia Realini (Ita)

Under 23

1. Eli Iserbyt (Bel, Marlux) 53’20”; 2. Adam Toupalik (R. Ceca, Corendon-Circus) 11”; 3. Thomas Pidcock (GB, Telenet Fidea Lions) 19”; 4. Stijn Caluwe (Bel, Corendon-Circus) 1’32”; 5. Yannick Peetersi (Bel, Pauwel Sauzen) 1’55”

Juniores

1. Loris Rouiller (Svi) 37’24”; 2. Ferdinande Anton (Bel) 7”; 3. Jarno Bellens (Bel) 12”; 4. Ryan Cortjens (Bel) 12”; 5. Vince Van den Eynde (