3 Dicembre Dic 2017 1256 13 days ago

A Osio Sotto grande festa del ciclismo bergamasco

Festeggiati i giovani talenti della provincia protagonisti su strada. pista, bmx e fuoristrada

Bergamo2017

Osio Sotto (BG) – Il Comitato Provinciale di Bergamo della Federazione Ciclistica Italiana ha festeggiato oggi tutti i suoi giovani talenti durante la tradizionale Premiazione annuale dell’attività ciclistica provinciale 2017 che quest’anno, per la prima volta, è stata ospitata dalla Sala della Comunità dell’Oratorio di Osio Sotto (Bg).

Sul palco sono sfilati tutti i ragazzi appartenenti alle società affiliate al Comitato Provinciale categoria Giovanissimi maschile e femminile vincitori di titoli Provinciali, Regionali, specialità Gincana, Sprint, Strada, MTB, Trial e BMX.

Tutti i ragazzi convocati al Trofeo Lombardia strada e MTB (quest’ultimi hanno vinto il titolo nel 2017) che hanno difeso i colori del Comitato di Bergamo, le società campioni provinciali, regionali e Nazionali, la società e i ragazzi vincitori del Trofeo Clubino, che quest’anno è stato assegnato alla Valcavallina Superbike, società che da diversi anni opera anche nel sociale facendo praticare ciclismo ad un gruppo di ragazzi affetti da sindrome di Down, i quali con grande entusiasmo hanno ricevuto il significativo riconoscimento. Premiati anche i ragazzini vincitori delle classifiche finali dell’Orobie Cup Junior.

Applausi anche per tutti i campioni mondiali, europei, italiani che difendono i colori delle società orobiche e tra gli altri sono sfilate sul palco anche Elisa Balsamo, Chiara Consonni e Martina Fidanza. Premiate anche le prime tre società classificate nella classifica finale della Coppa Orobica 2017 per ciascuna delle tre categorie (Esordienti, Allievi e Juniores). A vincere, rispettivamente, sono state Velo Club Sarnico, Team F.lli Giorgi e Ciclistica Trevigliese.

Momento significativo quello in cui il Comitato presieduto da Claudio Mologni ha riservato dei riconoscimenti speciali dedicati alle persone che si sono particolarmente distinte a favore del ciclismo.

Il premio al Giudice di gara “per il costante impegno in favore dei Giovanissimi” è andato a Maria Stefania Sibella.

Il premio al direttore di corsa “per il costante impegno e la ricerca della sicurezza in gara a favore dei giovani” è stato consegnato a Pierangelo Bosatelli.

Sempre in tema di sicurezza e prezioso servizio offerto sulle strade orobiche un riconoscimento è stato dato anche all’Associazione Nazionale Polizia di Stato di Bergamo.

Il premio “per il costato impegno nella diffusione del ciclismo giovanile” quest’anno è andato a Valerio Zeccato, giornalista per le testate Giornale di Treviglio e Tuttobici.

Il premio “Una vita per il ciclismo” in questo 2017 ha omaggiato altri due personaggi di spessore per le due ruote bergamasche come lo storico presidente della Ciclistica Trevigliese Giovanni Luigi Moriggi e don Mansueto Callioni fondatore della Scuola MTB Felice Gimondi.

A consegnare i vari riconoscimenti sul palco di Osio Sotto si sono alternati giovani professionisti ed ex professionisti bergamaschi, esponenti dei Comitati Provinciale e Regionale della FCI con in testa i due presidenti Claudio Mologni e Cordiano Dagnoni, il vice presidente regionale Fabio Perego e poi per la FCI nazional il vice presidente Michele Gamba ed il consigliere Gianantonio Crisafulli e rappresentanti dell’amministrazione comunale di Osio Sotto.

La giornata condotta dal consigliere provinciale Basilio Busetti (responsabile della categoria Giovanissimi) si è conclusa, come consuetudine, con la nomina e la premiazione proprio dei due Giovanissimi dell’anno: Simone Gualdi (Sc Gazzanighese) e Camilla Locatelli (Gc Almenno).

Giorgio Torre