20 Aprile Apr 2017 1219 one month ago

Bresciacup: il 24 e 25 tocca ad Agnosine

Si avvicina il secondo appuntamento stagionale, che esordisce in territorio bresciano con la 17ª Agnosine Bike - In palio anche i titoli provinciali XCO 2017

BRESCIACUP

Agnosine (BS) – Storia, presente e futuro della mountain bike si danno ancora una volta appuntamento sui sentieri dell’Agnosine Bike che nel tradizionale ponte festivo di lunedì 24 e martedì 25 aprile richiamerà tra i monti della Vallesabbia i migliori bikers della specialità cross country provenienti da tutta Italia.

La 17ª Agnosine Bike ospiterà la seconda prova del Circuito Bresciacup 2017, la prima in terra bresciana dopo il brillante esordio con la Mesa Bike in terra veronese poco più di un mese fa. Ma l’appuntamento di Agnosine avrà un valore aggiunto, soprattutto per i bikers bresciani, che proprio ad Agnosine dopo 11 anni torneranno a contendersi i titoli provinciali di specialità: “Quest’anno abbiamo scelto l’Agnosine Bike per il suo cammino di crescita ma anche perché in tutta la provincia è la manifestazione che da più tempo non vedeva assegnati titoli - ha commentato Paolo Zanesi, responsabile fuoristrada del comitato provinciale F.C.I. - era il 2006, la prima ed unica volta in cui i titoli provinciali si sono giocati ad Agnosine. Da allora il percorso è cambiato, la mountain bike si è evoluta e l’organizzazione è cresciuta. Anche per il comitato provinciale è un vanto poter mettere in palio i titoli su di un palcoscenico così prestigioso e ricco di consensi.”

L’Agnosine Bike si ripresenta quindi con un valore aggiunto. Per il secondo anno inserita all’interno del calendario nazionale XCO della Federazione Ciclistica Italiana, la prova bresciana allestita dai ragazzi dell’MTB Agnosine si candida a nuovi traguardi, forte della sua storia e tradizione, legata alle proprie origini ma con uno sguardo a quello che sarà il futuro della mountain bike: “Nel 2006 ricordo eravamo entusiasti dell’assegnazione dei titoli provinciali, la società era giovane e per noi è stato determinante e stimolante per tutto ciò che è arrivato poi - commenta Alessandro Trenti, uno degli organizzatori - nel 2012 abbiamo ospitato i titoli regionali, poi un anno di crisi nel 2013 ci ha costretto allo stop forzato ma dal 2014 siamo ripartiti ancora più determinati e quest’anno siamo per il secondo anno consecutivo nel calendario nazionale. L’emozione dei titoli provinciali ci riporta con la memoria al passato e come allora ci stimola a crescere e migliorarci ancora.”

Dal 2006 ad oggi il percorso dell’Agnosine Bike è profondamente cambiato. Allora il giro misurava 9km e prevedeva la scalata del mitico “muro” del Bertone da affrontare più volte a seconda della categoria di appartenenza. Oggi l’anello di gara è stato ridisegnato completamente rispettando i parametri del fuoristrada nazionale ed internazionale ma racchiude nel suo interno tutta la tradizione della mountain bike “old style”.

Totalmente privo di passaggi artificiali saranno sentieri, rocce e radici naturali a mettere alla prova le doti degli atleti. Nel 2006 ad indossare la maglia del primato provinciale furono atleti bresciani che nel corso del tempo sino ad oggi si sono poi distinti sui più prestigiosi campi gara di tutto il mondo, raccogliendo titoli e vittorie importanti in tutte le categorie, dai titoli iridati di Carlo Manfredi Zaglio a quelli continentali di Leonardo Arici, dai tricolori di Cristina Dusina e Roberto Viviani sino alle affermazioni di Daniele Mensi che ora è uno dei maggiori esponenti della mountain bike azzurra in Italia e nel mondo per la specialità marathon.

Saranno 25 i titoli provinciali messi in palio dal Comitato Provinciale F.C.I. per le diverse categorie che si giocheranno sui 5000mt del tecnico e divertente anello di Agnosine. Nel pomeriggio di lunedì 24 aprile si assegneranno i titoli delle categorie amatoriali mentre nella giornata di martedì 25 aprile toccherà alle categorie agonistiche così come previsto dal programma gare ufficiale dell’Agnosine Bike.