18 Marzo Mar 2017 1835 one month ago

Colpo grosso di Kwiatkowski a Sanremo

Il polacco del Team Sky risponde con Alaphilippe all’attacco di Sagan sul Poggio e vince di misura la volata sull'iridato, terzo il francese

Milano Sanremo2017 18Marzo

Sanremo (18/3) – La 108^ Milano-Sanremo prima corsa monumento della stagione, è di Michal Kwiatkowski, già vincitore quest’anno delle Strade Bianche e campione del mondo nel 2014 a Ponferrada. Il polacco del Team Sky ha battuto di misura il campione del mondo in carica Peter Sagan (Bora - Hansgrohe), terzo il francese Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors).

Questo terzetto ha fatto la differenza sul Poggio a seguito dell’attacco lanciato da Sagan, ancora una volta grande protagonista. Lo slovacco ha tentato di piazzare il colpo del KO, ma il polacco e il francese non hanno vacillato e si sono riportati alla sua ruota. Sul rettilineo finale Sagan ha proseguito a condurre senza mai voltarsi e questo eccesso di generosità gli è costato la vittoria.

Milano Sanremocontatto

Abile e freddo Kwiatkowski ha preso la scia e prodotto il massimo sforzo al punto giusto con precisione millimetrica. A nulla è valso il colpo di reni di Sagan, che nella foga ha anche toccato il rivale con la spalla per poi tendere immediatamente la mano (nella photobicicailotto il contatto tra i due).

La volata dei primi inseguitori è stata vinta da Kristoff, quarto, davanti a Gaviria, Demare, Degenkolb, Bouhanni ed Elia Viviani, nono e primo degli italiani. Decimo Caleb Ewan. Così gli altri italiani: 13° Colbrelli, 14° Bennati, 15° Gavazzi, 20° Canola.

La fuga lanciata poco dopo la partenza era composta da Nico Denz (Ag2r La Mondiale), Mattia Frapporti (Androni Sidermec), Mirco Maestri (Bardiani CSF), l’australiano William Clarke e il lettone Tom Skujins (Cannondale Drapac), il russo Ivan Rovny (Gazprom Rusvelo), Alan Marangoni (Nippo Fantini De Rosa) e Umberto Poli (Novo Nordisk) il più giovane e debuttante, Federico Zurlo (UAE Emirates) e il colombiano Julen Amezqueta (Wilier Selle Italia).

Kwiatkowski, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "Dopo le edizioni del 2013 e 2014, dove ero stato sfortunato, vincere la Milano-Sanremo è una sensazione incredibile. Ringrazio i miei compagni di squadra. Hanno fatto un lavoro incredibile oggi. Non mi aspettavo l'attacco di Sagan sul Poggio. È andato all'attacco mantenendo una velocità elevatissima. Poi mi sono concentrato solo sul mio sprint finale. Non posso credere di aver battuto Sagan!".

Il secondo classificato, Peter Sagan ha detto: "Ho dato tutto il mio meglio per provare a vincere la Milano-Sanremo, grazie alla mia squadra che ha lavorato duro per portarmi nel finale. Mi hanno tenuto fuori dai guai. In questa corsa è importante evitare le cadute. Sono andato davvero vicino a cadere sulla linea d'arrivo! Lo spettacolo è importante per chi guarda la gara. Credo siano rimasti tutti felici. Il mio attacco sul Poggio è stato istintivo. Ci ho provato. Mi sono accorto di essere rimasto solo, poi [Julian] Alaphilippe [portandosi dietro Kwiatkowski] mi ha raggiunto e siamo scesi fortissimi. Credo che anche la discesa sia stata speciale. È stato un bello spettacolo".

Il terzo classificato, Julian Alaphilippe, ha commentato: "Sono stato battuto da corridori fortissimi, sono contento di essere arrivato terzo alla mia prima Milano-Sanremo. Ci sono andato vicino ma non ho rimpianti. Alla fine avevo dato tutto ed ero senza gambe. Quando ha attaccato Sagan l'ho seguito a tutto gas sul Poggio, lui andava fortissimo. Ho dovuto riprenderlo prima della cima ed ho provato a recuperare qualcosa in discesa, ma anche li per stargli dietro non ho potuto mollare un attimo! Negli ultimi due chilometri non ho tirato per due ragioni: dovevo riprendermi ed il mio velocista era alle spalle. Noi correvamo per Gaviria. Oggi non posso che essere soddisfatto e spero di vincere questa gara un giorno".

Sanremo2017 Podio

ORDINE D'ARRIVO

1 Michal Kwiatkowski (Pol, Sky) Km. 291 in 7h08’39”; 2 Peter Sagan (Svk, Boh); 3 Julian Alaphilippe (Fra, Qst); 4 Alexander Kristoff (Nor, Kat) a 5”; 5 Fernando Gaviria Rendon (Col, Qst); 6 Arnaud Demare (Fra, Fdj); 7 John Degenkolb (Ger, Tfs); 8 Nacer Bouhanni (Fra, Cof); 9 Elia Viviani (Ita, Sky); 10 Caleb Ewan (Aus, Ors); 11 Magnus Cort Nielsen (Dan, Ors); 12 Michael Matthews (Aus, Sun); 13 Sonny Colbrelli (Ita, Tbm); 14 Daniele Bennati (Ita, Mov); 15 Francesco Gavazzi (Ita, Ans); 16 Luka Mezgec (Slo, Ors); 17 Ben Swift (Gbr, Uad); 18 Tim Wellens (Bel, Lts): 19 Edvald Boasson Hagen (Nor, Ddd): 20 Marco Canola (Ita, Nip).