20 Novembre Nov 2016 1514 18 days ago

Inaugurata la prima mostra fotografica su Alfredo Martini

A Sesto Fiorentino presenti anche il presidente della Federciclismo Renato Di Rocco, Moser, Poggiali, Amadori, il sindaco Falchi

Martinimostra2016

Sesto Fiorentino (FI) (20/11) - Un’affluenza superiore alle attese per la cerimonia inaugurale della prima mostra fotografica dedicata a Alfredo Martini, svoltasi questa mattina. Una splendida iniziativa ideata e organizzata dal Circolo Arci Unione Operaia di Colonnata presieduto da Francesco Mariani con il patrocinio della Federazione Ciclistica Italiana e del Comune di Sesto Fiorentino.

A due passi da qui Alfredo abitava prima di sposarsi e nei locali dove si tiene oggi la mostra aveva sede la Società Ciclistica Luigi Ganna, la prima società per la quale ha gareggiato Martini. Fino al 18 dicembre in questi locali storici sede della Galleria “La Soffitta-Spazio delle Arti” la mostra su Alfredo Martini dove sono esposte decine di foto sulla sua straordinaria carriera di atleta, direttore sportivo, commissario tecnico della nazionale, ma ci sono anche cimeli, trofei, maglie, una bici, tutto materiale che i familiari di Alfredo hanno messo volentieri a disposizione degli organizzatori della mostra tra i quali ci piace ricordare per la sua collaborazione Marco Mordini, per anni vicino a Martini.

Mostramartini Taglionastro

Alla cerimonia inaugurale di stamani sono intervenuti il sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi, il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco, Francesco Moser primo azzurro sotto la guida di Alfredo Martini, a vincere nel 1977 a San Cristobal il titolo iridato. Ed ancora il sen. Riccardo Nencini, il c.t. della nazionale azzurra under 23 Marino Amadori (11 mondiali con Alfredo), Roberto Poggiali, il sindaco di Montecatini Terme e grande appassionato di ciclismo Giuseppe Bellandi, Franco Vita, storico scudiero di Martini, Marco Mordini tra i promotori della mostra ed altro “uomo ombra” di Martini, le figlie di quest’ultimo Silvia e Milvia, i nipoti Edoardo, Matteo, Elia, il prof. Bernardi, Marco Banchelli, Paolo Allegretti per l’Unione Nazionale Veterani dello Sport.

Dopo la breve conferenza stampa nel corso della quale gli intervenuti (Mariani, Falchi, Nencini, il sottoscritto, Mordini e Di Rocco) hanno ricordato episodi e racconti della vita di Alfredo Martini, il taglio del nastro tricolore e la visita alla straordinaria mostra, aperta la domenica, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19, al sabato dalle 16 alle 19, mentre dal martedì al venerdì compreso l’orario è dalle 21 alle 23.

Da ricordare a margine della mostra anche due iniziative nei locali che la ospitano. Venerdì 16 dicembre la partecipazione ed esibizione dei ragazzi dell’Associazione Trisomia 21 di Firenze alla quale Martini era particolarmente vicino, cui seguirà subito dopo uno spettacolo teatrale (autore, interprete e regista il sestese Tommaso Parenti) dal titolo “A Ruota della Passione” dedicato alla figura di Alfredo Martini, alla sua vita e alla sua carriera.

Antonio Mannori